“Ah, qualsiasi cosa, sonno o sogno” dal Faust di Goethe

Share
"Ah, qualsiasi cosa, sonno o sogno". Estratto dall'atto II, Faust di Goethe

Ah, qualsiasi cosa, 
sonno o sogno, che senza dolere isoli 
il mio isolato cuore! 
Se le parole che pronuncio agli altri 
non possono portare altro che il senso 
che quelle parole hanno per loro, e io 
resto al di qua di ciò che dico, occulto 
come lo scheletro in questa mia carne, 
invisibile appoggio del visibile, 
diverso ed essenziale… 

Invadimi, elisione di me stesso! 
Voler volere, sasso inutile al mare! 
Sacco per raccogliere il vento, cesto d’acqua, 
cacciatore dell’ululato remoto dei lupi… 

– Fine atto II, “Faust” di Goethe

Related Posts
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.