“Mulan”, la storia dell’eroina da un poema cinese

Mulan film della Disney

“Mulan” è un film d’animazione Disney diretto da Tony Bancroft e Barry Cook. Fa parte del Rinascimento Disney, quel periodo che va dal 1989 al 1999, in cui la casa di produzione statunitense ebbe un grande successo grazie alle nuove tecniche di narrazione e all’impostazione delle nuove pellicole che diventano musical. Ma il film ambientato nella Cina imperiale ha un ulteriore elemento che lo rende diverso dagli altri. La protagonista non è delineata come quelle che la precedono e la sua storia non è tratteggiata sullo stesso genere delle altre trame. Mulan è un’eroina che riesce a sconfiggere il nemico e i pregiudizi, diventando una vera e propria leggenda. 

Un solo chicco di riso può squilibrare la bilancia, un solo uomo può segnare la differenza fra la vittoria e la sconfitta.

L’imperatore

La vera storia dietro il film

Antenati, udite le mie preghiere: vegliate su Mulan.

Nonna Fa

Il personaggio di Fa Mulan si basa su una leggendaria eroina cinese, Hua Mulan, vissuta tra il 386 d.C. e il 436 d.C. La sua storia si apprende da “La ballata di Mulan”, un antico poema cinese composto dallo scrittore e filosofo Lian Tao nel VI secolo. Il testo originale è ormai andato perduto, ma la leggenda di Mulan continua a vivere nel tempo, anche grazie alle trasposizioni cinematografiche che riescono a raggiungere un vasto pubblico. Inoltre, Hua Mulan viene raffigurata nel “Wu Shuang Pu”, ossia “La tavola degli eroi incomparabili” di Jin Guliang. 

Ho sentito tante cose su di te, Fa Mulan. Hai rubato l’armatura di tuo padre, sei scappata di casa, ti sei travestita da soldato, hai ingannato il tuo comandante, disonorato l’armata cinese, distrutto il mio palazzo e… hai salvato tutti noi.

L’imperatore

Si racconta che la Cina subiva numerosi attacchi dalle tribù nomadi, tra cui quella degli unni. Di conseguenza, l’imperatore chiamò alle armi gli uomini iscritti all’elenco della riserva militare. Tra questi c’era Hua Hu, un condottiero che nonostante l’età e il suo stato di salute rispose alla chiamata per onorare l’impero e la sua famiglia. Era il padre di Hua Mulan. La giovane donna per proteggere suo padre decise di prendere il suo posto usando il nome di suo fratello minore. Così Hua Mulan iniziò il suo addestramento militare. Combatté per molti anni, arrivando ad essere nominata prima generale e poi comandante delle armate settentrionali. La guerra si concluse grazie alle sue gesta e alla sconfitta che inflisse al generale unno. Hua Mulan ricevette gli onori imperiali e le fu proposto di diventare alto funzionario, ma lei preferì tornare a casa.

Gli insegnamenti 

Meraviglioso, che bellissima fioritura abbiamo quest’anno! Ma guarda, quello è in ritardo. Scommetto che quando sboccerà diventerà il fiore più bello di tutti.

Fa Zhou

Sin dall’inizio del film, Mulan dimostra di essere lontana da quello che la famiglia e la società patriarcale le richiedono. È una giovane sensibile e altruista, è intelligente, forte e coraggiosa. Attraverso la sua storia, le battute dei personaggi e le parole delle canzoni, Mulan diventa fonte di diversi insegnamenti. Uno di essi riguarda il tempo. Mulan dimostra che non si può diventare ciò che si vuole o ciò che viene scelto dall’esterno in base a tempi prestabiliti. Lei matura nel momento in cui le scelte e le esperienze la portano verso la crescita e non quando deve dimostrare di poter essere una buona moglie. Questo, per estensione, significa che non esiste un limite di tempo in cui dover dimostrare di essere arrivati ai propri obiettivi o a una maggior consapevolezza personale. Perciò, è seguendo la propria strada, in un tempo indefinito, che si riesce ad arrivare alla migliore versione di sé. 

Il fiore che sboccia nelle avversità è il più raro e il più bello di tutti. Non si incontra una ragazza come quella tutte le dinastie.

L’imperatore

Inoltre, attraverso le canzoni, vengono sottolineati diversi aspetti della Cina imperiale e della stessa protagonista. Con “Riflesso”, Mulan spiega che la sua esteriorità, il suo riflesso, non manifestano la sua essenza, perciò desidera di poter essere se stessa, in un mondo di libertà e non in un mondo dove le donne sono destinate a restare a casa a procreare, come si evince in “Molto onore ci darai”. Contro ogni aspettativa di una società ancora patriarcale, dove le donne si muovono nei percorsi prestabiliti e dove non vengono ascoltate dagli uomini, Mulan diventa veloce come il vento, senza timori e potente come un vulcano attivo – dal testo “Farò di te un uomo” – e molto di più. Superando ogni limite e ogni preconcetto, Fa Mulan diventa un’eroina, nonché un esempio per molte persone di ogni età e a distanza di tempo.

Mulan

Regista: Disney

Valutazione dell'editor
5

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulla stella per votare!

Media / 5. Voti:

Nessuna valutazione per il momento. Vota per primo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.