“Natale” di Salvatore Quasimodo

Share
Natale. Guardo il presepe scolpito, 
dove sono i pastori appena giunti 
alla povera stalla di Betlemme. 
Anche i Re Magi nelle lunghe vesti 
salutano il potente Re del mondo. 
Pace nella finzione e nel silenzio 
delle figure di legno: ecco i vecchi 
del villaggio e la stella che risplende, 
e l’asinello di colore azzurro. 
Pace nel cuore di Cristo in eterno; 
ma non v’è pace nel cuore dell’uomo. 
Anche con Cristo e sono venti secoli 
il fratello si scaglia sul fratello. 
Ma c’è chi ascolta il pianto del bambino 
che morirà poi in croce fra due ladri? 

– Salvatore Quasimodo

Related Posts
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.