Ode della gelosia di Saffo, frammento 31  - il Chaos

Ode della gelosia di Saffo, frammento 31 

Ode della gelosia di Saffo, frammento 31

Mi pare simile a un dio 
l’uomo che di fronte a te
siede e mentre accanto dolcemente gli parli
ti ascolta 
e ridi in un modo sensuale: questa scena mi ha sconvolto il cuore in petto. 
Come ti guardo, di colpo la voce 
mi viene meno, 
la lingua mi si spezza, un sottile 
fuoco subito mi scorre sotto la pelle, mi si appanna la vista, rombano 
le orecchie, 
un freddo sudore mi scende addosso e un tremito 
tutta mi prende, son più verde d’un filo d’erba, 
che poco mi manchi a morire 
mi sembra. 
Ma tutto si può sopportare… 

– Ode della gelosia di Saffo, frammento 31 

767cb86b940ec960cac8edefc034373a?s=96&d=blank&r=g
E se il nostro destino si fosse nascosto dietro una stella? Basterebbe farle il solletico… la stella, intenta a ridere, potrebbe per sbaglio lasciar cadere un pezzo di cielo e mostrarci uno scorcio del nostro futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

©il Chaos, Logo dal 2018 ad oggi

Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli 2022

© 2018 - il Chaos. All rights reserved.

"il Chaos"
Rivista online di arte e cultura

Tutte le immagini che non presentano il logo "il Chaos" sono prese da internet. Qualora foste i legittimi proprietari, basterà una segnalazione tramite email e provvederemo subito a rimuoverle.

To Top