“Un’altra volta saprei” di Izet Sarajlić

Foto dell'autore

By Miranda

"Un'altra volta saprei" di Izet Sarajlić

Troppo poco ho goduto delle piogge di primavera e dei tramonti 

Troppo poco ho assaporato la bellezza delle vecchie canzoni e le passeggiate sotto il chiaro di luna

Troppo poco mi sono inebriato del vino dell’amicizia 
benché al mondo ci fosse sì e no un paese dove non avessi almeno un paio di amici. 

Troppo poco tempo ho riservato per l’amore 
a disposizione del quale stava tutto il mio tempo. 

Un’altra volta saprei godere incomparabilmente più nella vita. 
Un’altra volta saprei. 

– “Un’altra volta saprei” di Izet Sarajlić

Poesia tratta da “Chi ha fatto il turno di notte” di Izet Sarajlić, 1998

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulla stella per votare!

Media / 5. Voti:

Nessuna valutazione per il momento. Vota per primo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.