Da “Assunta Spina” a “La Parmigiana”: la donna nella società patriarcale

“Assunta Spina” di Gustavo Serena e Francesca Bertini e “La Parmigiana” di Antonio Pietrangeli sono due film che si collocano nella storia del cinema italiano in tempi differenti. Il primo è un melodramma veristico del 1915, mentre il secondo è una commedia all’italiana del 1963. Si tratta chiaramente di epoche diverse, eppure in entrambi i casi le protagoniste devono fare …

“Following” di Christopher Nolan. L’esordio da non bypassare

“Following” di Christopher Nolan. I segni distintivi dagli esordi al successo “Following” è il primo film di Christopher Nolan scritto, diretto e prodotto (1998). Fu girato in 9 mesi, ma soltanto nei weekend, poiché durante la settimana gli attori erano impegnati nel proprio lavoro. Ogni scena venne girata solo un paio di volte. Per questo gli attori provavano una sequenza …

Il Settimo Sigillo di Ingmar Bergman gioca a scacchi con la Morte

“Il settimo sigillo” di Ingmar Bergman si basa sull’opera teatrale “Trämålning” scritta, dallo stesso cineasta, tra il 1953 e il 1954. Il drammaturgo fu ispirato dal dipinto murale di Albertus Pictor “La morte gioca a scacchi / Döden spelar schack”, che si trova nella chiesa Täby. Infatti inizialmente il titolo doveva essere “Il Cavaliere e la Morte”, ma finì per fare …

“Jules e Jim” di François Truffaut. La leggerezza dell’infelicità

Rivoluzionario nei temi quanto nella messa in scena, “Jules e Jim” di François Truffaut rappresenta uno dei cardini della Nouvelle Vague. L’inconfondibile eleganza del cineasta francese, supportata dalla maestria del direttore della fotografia Raoul Coutard, crea la cornice perfetta per l’intreccio narrativo nato dal romanzo di Roché. Infatti, l’utilizzo esclusivo di luce naturale restituisce immagini dai contorni sfumati e volumi …

“Totò, Peppino e i fuorilegge”. L’immortale potere della risata

Con la visione dell’intramontabile e inimitabile classico film “Totò, Peppino e i fuorilegge”, un uomo, un artista del calibro di Totò riecheggia con la sua voce e la sua intelligente e sagace ironia nel cuore di Napoli, accompagnato in questo viaggio dagli infinitesimamente grandi fratelli De Filippo, Peppino e sua sorella Titina. “Totò, Peppino e i fuorilegge” è un film …

“Miseria e Nobiltà” di Mario Mattoli. Una realtà tragicomica

“Miseria e Nobiltà” di Mario Mattoli è lo spettacolo scelto, ripreso e rivisitato per per analizzare il cinema napoletano e la sua teatralità. Una delle tante collaborazioni tra Totò e il regista Mario che mette in scena l’omonima opera teatrale del commediografo Eduardo Scarpetta, in una versione ridotta e dialogata da Ruggero Maccari.  “Miseria e Nobiltà” di Mario Mattoli. La …

“Il conte Max” di Giorgio Bianchi. Satira di una società ipocrita

“Il conte Max” di Giorgio Bianchi è il ritratto di un preciso periodo storico. Ben lontano dall’essere un semplice film comico, “Il conte Max” rappresenta con ironia dirompente una sottile critica alla società degli anni ’50. Infatti, ognuno dei personaggi rappresenta una sfumatura diversa della mentalità del tempo. Il risultato ottenuto è una fotografia precisa di una realtà che ancora …

“Il Grande Dittatore” di Chaplin. Una satira coi baffi per l’umanità

Reso celebre dal personaggio di Charlot “The Tramp”, il 16 aprile del 1889 nasceva Sir Charles Chaplin. Il cineasta contribuì enormemente alla storia del cinema muto impegnandosi come attore, regista, produttore, sceneggiatore e compositore. Poi nella sua arte cinematografica ci fu un importante cambiamento. Dopo due giorni dalla “Notte dei cristalli”, la sceneggiatura de “Il Grande Dittatore” di Charlie Chaplin vedeva …

Psyco di Hitchcock. Il Maestro del brivido sullo sdoppiamento

“Psyco” di Alfred Hitchcock è una delle sue pellicole di maggior successo, la cui colonna sonora carica di suspense fu composta da Bernard Herrmann. Il film è basato sul romanzo di Robert Bloch, precedentemente pubblicato in Italia con il titolo “Il passato che urla” e riadattato al grande schermo dallo sceneggiatore statunitense Joseph Stefano. La pellicola fu prodotta con un budget di soli $800.000 e …

“The Lighthouse” di Robert Eggers. Psicologia e follia con Jung

Candidato all’Oscar come “miglior fotografia”, “The Lighthouse” di Robert Eggers è indubbiamente un’opera originale che offre molteplici spunti di riflessione. Girato in bianco e nero, in pellicola da 35 mm con un aspect ratio di 1.19:1 si presenta come un omaggio ai primi film realizzati in sonoro. Invero il sonoro ricopre un ruolo fondamentale nella messa in scena dell’opera. “The Lighthouse” parla di angoscia, isolamento e follia. Ogni dettaglio è indispensabile …

“Eva contro Eva” di Joseph Mankiewicz, il lato oscuro della fama

“Eva contro Eva” di Joseph Mankiewicz è un film che non invecchia mai. Sebbene sia girato e ambientato nel 1950 sembra aver superato indenne il trascorrere del tempo, rimanendo tutt’oggi un film dalle tematiche attuali. È stato centrale il ruolo del regista che si è anche occupato della sceneggiatura del film, dotando la narrazione di una particolare profondità di significato. Uno …

“Questa è la mia vita” è la sfida di Jean-Luc Godard al cinema

“Questa è la mia vita” di Jean-Luc Godard è un film coraggioso. Come ogni pellicola del suo movimento cinematografico di appartenenza, la Nouvelle Vague, “Questa è la mia vita” si pone in aperta contraddizione con le regole del cinema tradizionale. Ogni elemento tipico della narrazione filmica classica, dalla centralità della trama alla linearità narrativa e temporale, viene messo in discussione e …