"Un'altra volta saprei" di Izet Sarajlić - il Chaos

“Un’altra volta saprei” di Izet Sarajlić

"Un'altra volta saprei" di Izet Sarajlić
"Un'altra volta saprei" di Izet Sarajlić

Troppo poco ho goduto delle piogge di primavera e dei tramonti 

Troppo poco ho assaporato la bellezza delle vecchie canzoni e le passeggiate sotto il chiaro di luna

Troppo poco mi sono inebriato del vino dell’amicizia 
benché al mondo ci fosse sì e no un paese dove non avessi almeno un paio di amici. 

Troppo poco tempo ho riservato per l’amore 
a disposizione del quale stava tutto il mio tempo. 

Un’altra volta saprei godere incomparabilmente più nella vita. 
Un’altra volta saprei. 

– “Un’altra volta saprei” di Izet Sarajlić

Poesia tratta da “Chi ha fatto il turno di notte” di Izet Sarajlić, 1998

E se il nostro destino si fosse nascosto dietro una stella? Basterebbe farle il solletico… la stella, intenta a ridere, potrebbe per sbaglio lasciar cadere un pezzo di cielo e mostrarci uno scorcio del nostro futuro.
Nuovi articoli
Tra i più letti
SpotiChaos – Scopri le nostre Playlist
YouChaos – i nostri video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

©il Chaos, Logo dal 2018 ad oggi

Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli 2022

© 2018 - il Chaos. All rights reserved.

"il Chaos"
Rivista online di arte e cultura

Tutte le immagini che non presentano il logo "il Chaos" sono prese da internet. Qualora foste i legittimi proprietari, basterà una segnalazione tramite email e provvederemo subito a rimuoverle.

To Top