Vendemmia con gusto alla Tenuta di Bacco. Si torna alle origini

Share
Vendemmia con gusto alla Tenuta di Bacco

Con l’arrivo dell’autunno torna un rito che accompagna l’uomo da che si ha memoria: la vendemmia. La Tenuta di Bacco, nelle persone di Vincenzo Guardascione e Mena D’Alessio, in collaborazione con Laura Gambacorta, ha voluto dedicare una mezza giornata alla vendemmia.

“Vendemmia con gusto” ha cercato un ritorno alle origini e alla purezza del rito, tutelando la continuità con la modernità e riproponedolo in chiave glamour. I filari di viti con vista sul mare si sono popolati di grandi e piccini per il taglio e la raccolta dell’uva. Armati di guanti, forbici e cassette gli ospiti sono entrati in contatto con la natura e con allegria e lavoro di squadra hanno selezionato i grappoli migliori – rubando di tanto in tanto qualche chicco da assaggiare -. Un evento adatto a tutti, perchè le semplicità della vita fanno sempre bene allo spirito.

Vendemmia con gusto alla Tenuta di Bacco. Un menù variegato 

Dopo lo spensierato momento della vedemmia – come nelle migliori tradizioni – è arrivato immancabilmente il momeno del pranzo. La Tenuta di Bacco ha così avuto modo di dare sfoggio della bella location a Monte di Procida incasellata nel verde. I filari di viti sono certamente molto suggestivi, ma il sentiero che conduce alla piscina con sdraio, lettini, tavoli e gazebi conferisce alla location un’ allure unica e riafferma l’incontro della tradizione con la modernità. Accomodati sulle grandi sdraio o sui tavolini romanticamente disposti nel prato, i presenti hanno avuto modo di assaggiare i prodotti di diverse aziende, deliziandosi con assaggi di un ricco menù.

Come bevande l’offerta spaziava da cocktail di benvenuto di Akademia Cucina e Mare ai vini della Tenuta di Bacco. Tra le tante proposte, quelle che hanno colpito di più sono state il Krapfen fritto in crosta di parmigliano con emulsione di piedirosso e la tracchia di maiale sfilacciata al ragù di D’Ausilio Burgeria & Macelleria, la classica pasta alla genovese e la crema di caciocavallo al pistacchio. Ma i diversi assaggi comprendevano primi e soffritto di mare della Tenuta di Bacco, formaggi e salumi dell’Enoprosciutteria Scamardella, pani e grissini del panificio Malafronte, le montanare di Francesco Gallifuoco. Le saporite mousse dai sapori fruttati e su base di biscotto della pasticceria Ranieri hanno colorato lo stand dedicato al dolce. Tra frutta secca e noci, si è potuto chiudere questa variata esperienza gastronomica con il limoncello o l’amaro dell’Antica Distilleria Petrone.

Un’esperienza sicuramente da fare, magari in compagnia delle persone care con cui poter condividere un sorriso e buona tavola. “Vendemmia con gusto” ha giocato, in maniera vincente, sul binomio tradizione-modernità regalando una piacevola giornata di relax ed un’introduzione nel mondo della gastronomia.

Related Posts
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.